venerdì 10 agosto 2018

SONO RIUSCITI A DISTRUGGERE PERFINO CAPITAN MARVEL/SHAZAM




Bene, ho quasi vomitato l'anima vedendo questo trailer. Non posso credere che abbiano combinato un disastro del genere e maledico di riuscire sempre a stupirmi della stupidità ed incompetenza umana.

Ho già parlato di Capitan Marvel in questo articolo, spiegando le sue origini: se lo andate a rileggere già noterete discrepanze fra la descrizione che ho dato e questo obbrobrio, ma parliamo di due cose ovvero Billy Batson e di uno dei poteri che corrisponde alla "S" di Shazam, ovvero la Saggezza di Salomone.

giovedì 9 agosto 2018

Quanto era forte l'Incredibile Hulk del telefilm?





Ho adorato il telefilm dell'Incredibile Hulk. Adoro ancora il telefilm dell'Incredibile Hulk.
 Quando ero bambino negli anni 80, non c'era carenza di telefilm avventurosi e/o dai temi incredibilmente originali e sebbene ce ne fossero diversi definibili come Supereroi, Hulk era l'unico ad avere pieno diritto a quel titolo. A parte i film di Superman con il compianto Christopher Reeve, Hulk era l'unico altro supereroe dei fumetti in carne ed ossa che ci fosse a disposizione.


Impersonato da Lou Ferrigno che ancora oggi a 66 anni è una bestia d'uomo, l'Hulk televisivo differiva comunque in molti punti da quello fumettistico, in particolare sul suo essere "super".
 Non includo la taglia, perchè come ho già spiegato ampiamente qui, fisicamente quello televisivo era un Hulk fedele.
 Se per ovvie limitazioni di budget non era assolutamente possibile ricreare le immense prove di forza dimostrate nel fumetto, non vuol dire che l'Hulk televisivo fosse debolissimo, nemmeno per gli standard fumettistici, anzi.



 Aldilà delle numerose occasioni dove sfonda facilmente muri, solleva macigni o piega oggetti di metallo senza particolare sforzo, durante le sue avventure non ci sono state molte occasioni che mettessero in evidenza il pieno della sua forza, ma quelle poche sono decisamente rimarchevoli.
 In un episodio lo si vede confrontarsi con una macchina edile e strapparne l'escavatore dalle braccia idrauliche. In un'altro episodio invece gli si vede dare uno spintone con una mano un camion della nettezza urbana a sei ruote, facendogli percorrere un intero vicolo e scontrare contro un palo della luce talmente forte da abbatterlo. Cercando quanto potrebbe pesare un camion del genere, ho scoperto che ammonta a circa 64000 libbre, quasi 30 tonnellate: se con una mano è stato capace di fare una cosa del genere, significa che l'Hulk televisivo può muoverne all'incirca il doppio. 
 Una bella cifra direi, non trovate?

venerdì 3 agosto 2018

Tartarughe Ninja ed il degrado artistico



Assolutamente per caso, ho visto che faranno una nuova serie animata delle Tartarughe Ninja. Ho visto delle immagini e voglio essere breve, anche perchè l'immagine che ho messo non ha bisogno di molti commenti.

In America hanno dimenticato come si disegna oppure c'è un'epidemia di artrite alle mani della quale non sono a conoscenza?  Ma veramente i bambini si meritano questa merda? Perchè quando ero bambino io e pure la generazione dopo di me, i disegni erano fatti con le palle a prescindere dal target. E non mi venite a dire che "è lo stile": si gli riconosco che è uno stile, uno stile di merda. 

 Poi oltre all'ormai insipido ringiovanimento, April O'Neil è stata fatta diventare nera.  Ora seguite il mio ragionamento: le Tartarughe Ninja non sono umane, quindi non si identificano in alcun gruppo etnico e di conseguenza sono sempre state (da questo che io considero un becero punto di vista) per tutti.  Che senso ha cambiare l'etnia dell'unico personaggio umano quando i quattro personaggi principali risolvono già questo "problema"? Nessuno, anche se vi sarete già risposti da soli.

 Fossi genitore getterei la Tv e tirerei su i pargoli solo a roba di una volta, perchè farli crescere con questa spazzatura sarebbe una cattiveria.

mercoledì 1 agosto 2018

ANGOLINO DEL MODELLISMO: RGM-79G "WOLFANG"



Ed ecco un'altro mio lavoro di modellismo. Anche se come in molti casi non sono mai arrivato a quantità enormi come quelle di seri esperti del settore, la mia storia con i Gunpla (modellini di plastica da montare dedicati alle varie serie di Gundam) è di vecchia data: credo fossi in terza media o giù di lì.
 Ero fermo da anni ed i modellini che avevo costruito, vuoi per poca esperienza e scarsità di conoscenza e mezzi, facevano cagare senza mezzi termini.  Ora però mi sono ritenuto abbastanza migliorato da riprendere in mano un modellino che ho lì da quanto c'era ancora la Lira.


venerdì 20 luglio 2018

BENVENUTI A MARWEN - Impressioni sul trailer





Ho visto per caso il trailer di questo film (o meglio, più che un trailer sembra il riassunto del film: ormai non ha più senso andare al cinema visto che ti spoilerano già tutto) che mi è saltato fuori al posto delle solite pubblicità nei video di Youtube.

lunedì 21 maggio 2018

ANGOLO DELLA CASA BLU - THUNDERCATS ROAR



I Thundercats erano un cartone targato 1985, del quale anche citato la sigla qui che era nato negli anni 80 sulla scia dei Masters Of The Universe.  Non ne ero appassionatissimo come per He-Man ma erano più che decenti e l'antagonista era di tutto rispetto, molto più minaccioso di Skeletor.
 Ora per l'anno prossimo la Warner Bros e Cartoon Network se ne escono con i Thundercats e li hanno trasfomati così.....




Ora non c'è bisogno che io dica altro, se non che auguro di tutto cuore ai responsabili ed a chiunque sosterrà questa cagata, di crepare. Non scherzo e non intendo in senso figurato ma invece auguro letteralmente a quelle persone la morte, perchè mi sono rotto i coglioni di vedere stuprata la mia infanzia ad ogni occasione. Ci sono tante cose brutte e pesanti da sopportare a questo mondo: c'è bisogno che quattro imbecilli rovinino anche quei ricordi belli che uno può avere? Direi che non è il caso.



domenica 29 aprile 2018

DROGA LEGALIZZATA. COSA NE PENSO.



Questo è un argomento molto delicato, difficile da affrontare e come di consueto, prima di dire ciò che mi preme al riguardo devo una premessa in generale su come considero l'argomento.

Io sono una persona per la quale l'avere il controllo della mia persona è una sorta di requisito fondamentale. Io non riesco a contemplare il perdere volontariamente la mia lucidità, perchè implica che sarei impreparato ad affrontare eventuali situazioni ed a non agire con il buon senso che tento sempre di trovare in me stesso e mettere in pratica. Questo è una regola di condotta, una convizione, chiamatela come volete che ho sempre avuto fin da ragazzino.
 Capirete che io sono completamente contrario a sostanze che possono alterare la lucidità mentale di una persona e sinceramente ho un'opinione molto bassa di coloro che basano su queste sostanze il proprio concetto di svago. Allo stesso modo mi fanno invece proprio incazzare quelli che si atteggiano a paladini della libertà individuale difendendo queste cose, tirando in ballo anche paragoni assurdi tipo "anche le automobili uccidono" oppure "anche l'alcool" eccetera.  Ovviamente io includo anche l'alcool, ma come paragone con le droghe non regge perchè in generale l'alcool è più gestibile, ci sono modi e quantità per assumere alcool senza avere perdite di lucidità (Tanto per dire, io sono astemio e l'alcool lo reggo davvero poco ma anche se per ipotesi mi capitasse di bere una birra con gradazione bassa, non mi succede niente nonostante io abbia tecnicamente assunto alcool. Se io invece assumo droghe anche solo una volta, l'effetto arriva a prescindere).  Mi fanno incazzare queste persone perchè si ammantano di virtù liberale mentre la loro unica motivazione è che gli da fastidio che gli si proibisca di sballarsi.

 Per me sostanze come le droghe sono cose da eliminare tranne che per eventuali usi in ambito medico e quindi regolamentatissimi e circorscritti. A torto o a ragione io ho la filosofia che sono cose da schiacciare e basta, non da prendere con le buone, quindi legalizzare la droga per togliere il mercato alla criminalità per me non è una soluzione brillante, perchè comunque la merda continua a girare. Capisco il concetto e la logica del ragionamento ma non la vedo come una soluzione definitiva al problema ed è quello che ritengo serva: una soluzione definitiva.
 Ci sarebbe da parlarne per ore ma a parte queste mie opinioni personali voglio arrivare al punto che mi preme maggiormente.
Quale messaggio arriva dalla legalizzazione e dalla vendita in negozio di droghe? Precisiamo, questo a prescindere di quanto leggere o forti siano: non ha importanza e ve ne accorgerete.
 Se questa diventerà la norma, quale messaggio trasmetterà alle generazioni nuove per le quali vedere la droga venduta in negozio sarà normale? Il messaggio è che drogarsi va bene purchè sia legale.

 Io personalmente trovo questa prospettiva orribile ed è per questo che non sono a favore. Per assurdo sarei molto più a favore di una legge che permettesse alla Polizia di riempire di manganellate sul posto chiunque sia trovato in possesso di stupefacenti (sto volutamente esagerando l'esempio, ma nemmeno tantissimo): ad un certo punto è meglio la paura rispetto al rischio che si instauri nella mentalità comune che sia normalità, un parte della quotidianità l'assumere droghe per svago.

C'è chi sarà d'accordo, c'è chi non lo sarà ma volevo far riflettere su questo mio punto perchè non l'ho ancora visto sollevare da nessuno però mi sembra molto importante.