martedì 4 dicembre 2018

IPPOTOMMASO



Fra la marea di cartoni animati che riempivano le emittenti televisive private durante gli anni 80 si poteva trovare anche il celeberrimo Ippotommaso. Sono sicuro che molti che sono cresciuti durante quegli anni ricorderanno questo cartone o almeno troveranno il nome familiare.

venerdì 16 novembre 2018

ROTTEN TOMATOES e gli account falsi


Non è una novità, almeno per chi segue ed ha seguito nell'ultimo anno o due le vicende dell'industria dell'intrattenimento, che siamo ad un livello di infantilità abissale: addetti ai lavori, attori, sceneggiatori e produttori che offendono i fans in risposta al fatto di essere stati messi davanti ai propri errori da questi ultimi, rifiutandosi categoricamente di ammetterli.
 La novità è quello che sta succedendo su Rotten Tomatoes riguardo a "Star Wars: Resistance" e la "She-Ra Netflix", ma cosa hanno in comune? In comune hanno voti inverosimili ed una similitudine aprova di coincidenza dei votanti. In entrambi le serie si trovano un numero enorme di account che consistenti nel nome proprio e la prima lettera del cognome, ad esempio "Edward B." che danno voti massimi ma sopratutto che hanno come data di creazione "Novembre 2018". 
 Abbiamo quindi due serie di qualità oggettivamente scarsa e che hanno ricevuto una forte ostilità da parte del pubblico, che ricevono volti altissimi da account tutti simili, tutti senza avatar, tutti senza commento e creati nello stesso mese. Cosa si può ragionevolmente dedurre davanti a tutto ciò? Che stanno tentando di pompare tutto con account falsi e questo perchè? Perchè a mio parere c'è molta gente influenzabile, disinformata e disattenta che si fida di questi siti per plasmare il proprio giudizio. Vedrà i voti alti ma non si fermerà a notare che gli account puzzano, però la prossima volta che qualcuno dirà "Star Wars Resistance fa cagare", gli risponderà "ah ma su rotten tomatoes lo hanno votato in tanti bene, quindi non può essere come dici te".
 Che bello..... E' tutto così merdaviglioso.

lunedì 12 novembre 2018

CIAO STAN



Ciao Stan, hai tenuto duro ma alla fine te ne sei andato anche tu. Grazie Stan, non è che hai inventato tutto tu perchè il merito va equamente anche ad altri, così come non hai generato solo idee bellissime ma anche un buon numero di cazzate, tuttavia hai portato avanti la Marvel con tanta passione, ci hai messo la faccia e sei diventato un simbolo nella tua categoria. Tanti, tanti anni fa se fossi stato più grande per andarci ti avrei anche potuto incontrare a Lucca: peccato non averti potuto ringraziare di persona.

Sei stato una leggenda vivente.


venerdì 9 novembre 2018

RECENSIONE: FALLOUT 4



Recensione è un termine un po' pretestuoso, visto che i miei criteri di valutazione sono molto personali ma tant'è.  So che Fallout 4 non è nuovo, ma che importanza ha? XD

sabato 27 ottobre 2018

IL FETICCIO ZUNI


Visto che si avvicina Halloween, ho pensato di condividere questo piccola storia horror dei tempi andati, tratta dal film ad episodi "La Trilogia del Terrore" del 1975, retto dalla bravura dell'attrice protagonista Karen Black.
Quando ero piccolo, quello stramaledetto Feticcio Zuni mi fece venire gli incubi e non me lo scordai per un bel pezzo.
 Il video è stato caricato dal canale youtube STEFANO TV 80 dove si possono trovare varie piccole perle dimenticate (o anche trashate dimenticate per buona ragione XD).
 Buon divertimento.


venerdì 5 ottobre 2018

La nuova "She-Ra"... Si, ora posso parlarne






Posso parlarne anche io e volevo essere breve, però mi rendo conto che non tutti conoscono She-Ra e potrei essere frainteso.

 Cercherò di condensare il più possibile.

She-Ra è la sorella gemella di He-Man ed il suo vero nome è Adora.  Quando lei ed Adam erano ancora in fasce Eternia fu invaso dagli Horde, un impero con politiche decisamente espansionistiche comandato da Hordak (nel cartone c'è anche qualcuno sopra ad Hordak ma per il nostro discorso questo non è importante): gli Horde vennero respinti ma Hordak riuscì a rapire Adora portandola con sé su un' altro pianeta (ed altra dimensione?).  Adora è stata quindi cresciuta dagli Horde, affidata ad una schiava e completamente all'oscuro del proprio retaggio e vera identità, divenendo parte dell'esercito degli Horde col grado di Generale all'età di 18/19 anni. Etheria, il pianeta sul quale Hordak governa personalmente ed ha portato Adora, è già stato conquistato ed esiste un movimento di ribellione che tenta con poco successo di rovesciare gli Horde.  A quel punto, He-Man viene mandato su Etheria per recuperare la propria sorella perduta e per affidarle una spada analoga alla propria, ma viene sopraffatto dalla tecnologia degli Horde e catturato. Adora prende in consegna la spada e tramite questa, la Maga del Castello di Grayskull le mostra il passato e le spiega chi essa è in realtà (che Adora aveva già qualche dubbio sulla buona fede degli Horde). Adora così diserta per la Ribellione, usa la spada diventando She-Ra per la prima volta e salva He-Man, decidendo poi di rimanere su Etheria per liberarlo dal dominio degli Horde.

 She-Ra fu creata perché alla Mattel si trovarono di fronte dati di vendita secondo i quali una considerevole percentuale del merchandising dei Masters veniva acquistata da bambine, alle quali piaceva He-Man ed il suo cartone (e di conseguenza significava una considerevole percentuale di genitori ai quali non importava se erano giocattoli per ragazzi: alle loro bambine piacevano). La linea di giocattoli di She-Ra, per quanto di buona qualità e compatibile coi Masters, aveva decisamente un look più verso la Barbie che sul Medievale Fantasy, ma per quanto riguarda la serie animata invece lo spirito era esattamente quello di He-Man. Il cartone di He-Man aveva successo anche perché era stato creato fruibile per tutti e She-Ra era uguale: io guardavo She-Ra e non mi disturbava minimamente che fosse una donna, perché il personaggio era valido quanto He-Man e le storie altrettanto. Non mi si poneva proprio il problema, esattamente come quelle bambine americane che non si ponevano il problema riguardo ad He-Man. Erano entrambi cartoni dove c'era spazio per tutti, ma l'importante è che i personaggi erano interessanti di per sé, non erano lì solo per soddisfare una "quota" o degli stereotipi.

 She-Ra era una giovane donna (ed a 19/20 anni si è giovani adulti) che in sostanza rappresentava un ottimo modello di riferimento: forte, determinata, coraggiosa ma anche gentile, compassionevole, femminile e nonostante fosse il personaggio più sgravato della serie, non aveva problemi o vergogna a chiedere aiuto quando era necessario. In poche parole era esattamente l'antitesi di quello che il femminismo moderno rappresenta, perché seguendo il suo modello le bambine crescerebbero come individui equilibrati e non manipolabili tramite insicurezze e complessi di inferiorità, che l'attuale femminismo
 ti inculca per poter continuare ad esistere.  Esattamente come He-Man, l'essere una giovane adulta rendeva appunto She-Ra un buon modello di riferimento, mostrando ai bambini l'esempio di una persona "grande" onesta, sulla quale poter fare affidamento.

She-Ra mentre solleva due soldati robot degli Horde. Forte e Femminile non sono concetti inconciliabili


Adesso Netflix sta facendo il reboot di She-Ra e... madonna benedetta dell'incoronata, è finita nelle mani dei Social Justice Warrior.  L'hanno data in mano ad una fumettista, una certa Noelle Stevenson, alla quale per quanto brutto suoni io augurerei l'artrite alle mani se non fosse che per come disegna non ce n'è bisogno. Questa tizia ha letteralmente oltre che stravolgere da cima a fondo la storia, l'ha anche farcita più di un cappone natalizio di politiche sociali, rendendo tutti i personaggi non personaggi ma "quote": c'è la cicciona, c'è il nero, c'è l'orientale e via di questo passo.
 Dal trailer si vede che c'è il pianeta dominato dagli Horde, non c'è alcun riferimento ad He-Man (grazie alla Dea!) ma dice "Per l'Onore di Grayskull" quando si trasforma... WTF?! 
 I personaggi sono stati ringiovaniti sensibilmente e questa è un'altra cosa che trovo superflua e che va a distruggere quello che ho spiegato poco sopra. Dal recente trailer si vede un tema molto scarso, con dell'umorismo sarcastico e molto insipido, da telefilm liceale e con dei riferimenti specialmente nelle espressioni facciali allo stile Anime che onestamente è fuori luogo, dal mio punto di vista; la trasformazione di She-Ra a questo proposito è un rip-off di Sailor Moon..... quindi dimenticatevi i botti e le musiche badass del classico.
 Inserire politiche sociali nei cartoni specialmente quelle deviate dei Social Justice Warrior, per me è criminale e non lo dico alla leggera: per me è veramente qualcosa di negativo al pari di un crimine, perché stai di fatto cercando di manipolare subdolamente dei bambini. He-Man e She-Ra trasmettevano e spiegavano buoni valori, cercando di dare un buon esempio che è una cosa completamente diversa da una idea politica sociale: se per esempio ti dico "drogarti fa male" non è una politica sociale ma un fatto oggettivo sul quale chiunque sano di mente sarebbe d'accordo.

 In una recente intervista con Noelle Stevenson e tre dei doppiatori, lei ha ammesso di non aver mai visto il cartone animato ma di aver solo giocato con delle vecchie action figure (anche perchè lei è nata molto dopo la fine commerciale di She-Ra), così come nessuno dei tre doppiatori (alla doppiatrice di She-Ra glielo ha spiegato suo marito cosa fosse, tanto per dire.  Un'altra invece ha guardato qualcosa solo dopo aver finito il lavoro) e nonostante questo il tono con il quale ne parlavano era decisamente denigratorio. Politiche sociali deviate e ignoranza sul soggetto..... ditemi voi che cacchio poteva saltar fuori di buono: io lo sapevo già perché era intuibile, ma parlo solo ora proprio perché ormai c'è pure la conferma.  
 Noelle Stevenson ha anche dichiarato di bloccare sui social tutti quelli che le mandavano commenti carichi di negatività, come li definisce lei.  Tradotto significa "ho bloccato tutti quelli che non erano d'accordo col mio lavoro ed ho lasciato solo quelli che mi leccano il culo":  abbiamo un problema di ego e di autocritica, Signore e Signori.
 Tra l'altro l'unico personaggio maschile ricorrente del cast, Bow, è stato reso nero (ed identico fisicamente al suo doppiatore.... ): questo dimostra appunto l'ignoranza sul materiale di origine perchè un personaggio di colore ai tempi c'era già, chiamata Netossa. La mia convinzione è però che non volessero dare un ruolo di spicco ad un maschio bianco.



 Ci sarebbe da scriverne ancora un bel po' e parlarne per ore: a voce ne avrei parlato in modo più adeguato ed esaustivo ed infatti avevo provato a fare un video, però mi sono reso conto che non mi sento a mio agio a registrare lunghi monologhi davanti al nulla, senza persone con le quali discuterne.


 Non posso che concludere sottolineando un dettaglio sul design dei personaggi, il cui tema comune è essere il meno femminili e più androgini possibile, prima fra tutti She-Ra che sembra un ragazzo: è un maschio in drag queen, porca miseria. Sembra che essere femminili sia un crimine, oggigiorno e no, non è così perché si suppone che sia giovane, è solo disegnata volutamente androgina: SVEGLIA!
 Ovviamente questo tipo di critica ha scatenato la reazione tipica dei SJW, che hanno bollato la gente come omofoba, razzista, vecchia eccetera. La più "bella" è stata il definire i detrattori di questa She-Ra come "maschi di mezza età, incazzati perchè non si possono più tirare un raspone su She-Ra"..... peccato che tantissime critiche (e video) vengano anche da donne, ma questo dettaglio viene convenientemente ignorato.  Questa è la gente che crea cartoni animati per i vostri bambini oggi, ragazzi miei: io spegnerei la televisione e li crescerei solo a serie vecchie. A mali estremi....

Concludo in questa maniera qua.

venerdì 10 agosto 2018

SONO RIUSCITI A DISTRUGGERE PERFINO CAPITAN MARVEL/SHAZAM




Bene, ho quasi vomitato l'anima vedendo questo trailer. Non posso credere che abbiano combinato un disastro del genere e maledico di riuscire sempre a stupirmi della stupidità ed incompetenza umana.

Ho già parlato di Capitan Marvel in questo articolo, spiegando le sue origini: se lo andate a rileggere già noterete discrepanze fra la descrizione che ho dato e questo obbrobrio, ma parliamo di due cose ovvero Billy Batson e di uno dei poteri che corrisponde alla "S" di Shazam, ovvero la Saggezza di Salomone.