venerdì 29 agosto 2014

ALS ed i Gavettoni Congelanti



Qualche tempo fa, per caso mi sono imbattuto in un video di una celebrità (un wrestler) che si faceva un gavettone con un secchio di acqua gelata. "Boh..." mi son detto "... sarà qualche goliardica prova di resistenza per divertire i fans". In seguito ho scoperto che si tratta di una sorta di iniziativa per promuovere una raccolta di fondi contro una malattia gravemente debilitante, la ALS.
La gente si fa il gavettone e nomina gente che dovrà fare altrettanto, tipo Catena di Sant'Antonio.


Ora, cosa penso di questa cosa? Penso che di base, sia una idea interessante con un "ma" alla fine.
-
E' di base una potenziale buona idea, perchè invece del solito spot deprimente che in genere si preferisce non sentire, si usa qualcosa di divertente che almeno cattura l'attenzione: è un approccio che può funzionare unendo l'utile al divertente.... Ma....

Ma è scappato di mano ed il divertimento sta scavalcando l'utile. Rendiamoci conto che è una iniziativa per raccogliere soldi in modo simpatico, ma ovviamente il solito esercito di coglioni ha scordato la parte importante e lo usa solo per far fare gavettoni agli amici, come una delle varie stronzate virali a catena che ogni tanto emergono. Vi auguro una congestione di quelle pesanti.
-
Questo ed un'altro dettaglio: una cosa del genere ha senso solo se fatta da celebrità. Volti noti a livello mondiale ma anche semplicemente personaggi che hanno un seguito in rete, come Yotobi e Farenz giusto per citare un paio che conosco io: gente insomma che da sola ha la possibilità di raggiungere centinaia o migliaia di persone e rendere noto che si, qua stiam facendo gli scemi ma solo per dirvi che c'è da tirare fuori qualche soldino per questa causa.  
Così ha senso e molte celebrità lo hanno fatto nella maniera giusta, altre no.
Qui però lo sta facendo chiunque e quando lo fa chiunque diventa una buffonata a scapito dell'obbiettivo veramente importante da raggiungere, perchè non viene pubblicizzata la buona causa bensì il tuo amico che fa il pirla coi gavettoni ghiacciati.
Diventa un gioco. E non è un gioco: è una cosa maledettamente seria.


Nessun commento:

Posta un commento