martedì 23 giugno 2015

Il Cane Infernale - Devil Dog (1978) con ovvi Spoilers




Questo è un film letteralmente vecchio quanto me, che girava ogni tanto in Tv quando ero piccolo ed il quale mi colpì molto. Di cosa parla questo film? In sostanza di un cane posseduto che fa casino. 


 Diretto da Curtis Harrington, questo film prodotto direttamente per il canale televisivo CBS vanta un buon cast, primo fra tutti Richard Crenna nel ruolo del protagonista: Crenna (scomparso nel 2003) che molti riconosceranno per il suo ruolo in Rambo, era un ottimo attore drammatico e va alla sua bravura buona parte del merito della riuscita di questo film, che cionostante fa abbastanza cagare perchè è invecchiato malissimo.

Premetto una cosa: essendo pagano, in genere quando in un film c'è la premessa "è opera del Demonio" io scoppio a ridere. Non ce la faccio a prenderlo sul serio, tant'è che quando tornò nelle sale risi parecchio durante la proiezione dell'Esorcista, che vedevo per la prima volta (ma facendo i salti mortali per non disturbare: sono una persona civile ed educata io V_V). Cosa mi spinge quindi a parlare di questo film? Il motivo è che si tratta di un vecchio ricordo e che all'epoca mi fece abbastanza paura, ma anche perchè alla fine è il paganesimo (seppur lievemente imbastardito) che permette di vincere.

Il film inizia con dei figuri apparentemente normali che comperano una femmina di Pastore Tedesco da un allevatore; nella scena successiva si scopre che sono Satanisti e che il cane è il centro di una cerimonia, durante la quale tentano di evocare il Demonio tramite la formula "Siamo qui per te, invochiamo tutti te. Siamo qui per te, invochiamo tutti te, tutti insieme vogliam vedere Braccobaldo Bau!!!"


Il tizio con gli occhiali da sole è un mito, senza se e senza ma!

 L'evocazione riesce e la cagna rimane gravida.... Ho la mezza certezza che il Demonio avrebbe preferito la sacerdotessa, ma evidentemente non è schizzinoso.
 Facciamo quindi conoscenza della famiglia Barry, composta dal capofamiglia Mike (Crenna), la moglie Betty (questa poveretta si chiama Betty Barry, rendiamoci conto) ed i due figli Bonnie e Charlie: trattasi della tipica famiglia benestante americana, tutta sorriso e volemose bene MA questo quadretto idilliaco viene rovinato dalla morte dell'amato cane, investito da un'auto.
 A questo punto a togliere l'aura di depressione che ha attanagliato la famiglia ci pensa un fruttivendolo ambulante (R. G. Armstrong), che sul retro dell'auto ha una cucciolata di Pastori Tedeschi in uno scatolone e gliene regala uno: inutile puntualizzare come il fruttivendolo sia uno dei Satansti e che la cucciolata sia posseduta. In un tripudio di genialità, il cucciolo viene chiamato Lucky.

Ma quanto è tenero!!!
Le cose iniziano subito ad andare piano piano a rotoli, senza contare che il cucciolo sta immediatamente sui coglioni al gigantesco Alano dei vicini ed alla domestica ispanica, che percepiscono qualcosa che non va.  Proprio la domestica è la prima vittima, che il cucciolo uccide facendole prendere fuoco gli abiti su un cero, mentre questa pregava sul suo altarino personale (questa ha in stanza un altarino di madonne, ceri e quant'altro.... Rendiamoci conto) e chiudendola nella stanza. Come fa tutto questo il nostro cucciolino? Niente, sta seduto a fissare. Per quasi tutto il film starà seduto a fissare chi gli sta sulle balle ed il suo invisibile "potere satanico" farà capitare sfighe mortali: suona noioso? In effetti lo è.

Qualche tempo dopo il cane è cresciuto e Mike inizia a vedere qualcosa di strano nel cane, niente più di dubbi vaghi ma tanto basta al Cane Infernale per suggestionarlo ad infilare una mano nella falciatrice che Mike stava aggiustando... ovviamente fissandolo. Mike riesce a scuotersi dalla suggestione all'ultimo momento, ma inizia a farsi delle domande.


Domande tipo "Rambo, dove sei quando ho bisogno?"
 Nel frattempo la famiglia inizia a comportarsi in maniera strana, a cominciare dai figli ed in seguito anche la moglie, che a sua volta iniziava a vederci qualcosa di strano e che viene plagiata dal cane: Mike si ritrova con dei figli stronzi ed una moglie materialista, ostile e che ha sempre mal di testa, che è in pratica la reale famiglia media americana, ma qui nel film è un comportamento maligno. Dulcis in fundo l'Alano del vicino viene trovato in pezzi ed il giorno dopo, il vicino stesso annegato nella piscina.

Mike, specialmente dopo alcuni rapporti sul comportamento scorretto dei figli, tenta ogni soluzione razionale (osteggiato però dalla moglie) ma ogni amico che tenti di aiutarlo finisce ammazzato dal cane. Quando però trova in soffitta un cerchio fatto col sangue, candele ed un accurato ritratto del Demonio fatto dai suoi figli, si convince sempre di più che deve risolvere la situazione: porta il cane in campagna e tenta di sparargli, ma senza arrecargli danno e quindi cagandosi sotto monta in macchina e lo molla lì. Una volta però tornato a casa, il cane è lì che lo aspetta.

Mike si rivolge a.... il film non dice veramente chi, ma sembra la proprietaria di un negozio di esoterismo, che gli fa un'infarinatura su che tipo di creatura demoniaca sia il cane (un Barghest) ed insieme scoprono che un antichissimo dipinto murale identico al ritratto è stato scoperto in Equador.
 Disperato dal desiderio di salvare la propria famiglia, Mike viaggia fino in Equador dove si trova il murale; grazie ad un tassista scopre l'esistenza di un centenario sciamano, che decide di aiutarlo. Lo sciamano gli spiega che non è possibile uccidere il Cane Infernale, ma che grazie ad un simbolo mistico lo si può bandire per mille anni, a patto che Mike si senta abbastanza coraggioso e determinato da affrontare la creatura: Mike rassicura lo sciamano, che procede a tatuargli il simbolo sul palmo della mano e lo istruisce su come utilizzarlo.

Hadooooken!!



Mike torna a casa ed attira il cane nella sua fabbrica di notte, quando è deserta: lì giocano a nascondino per un pò, poi il cane assume la sua vera forma in un effetto speciale che sembra uscito da "Il Pranzo è Servito" e Mike lo affronta, sconfiggendolo. Tutto torna normale, ma Charlie ricorda al padre che c'era un'intera cucciolata oltre a Lucky e così finisce il film.

 Che dire, se volete darci un'occhiata lo trovate su Youtube per intero.




Nessun commento:

Posta un commento