martedì 18 agosto 2015

ANGOLINO DEL MODELLISMO: WIP Trap Jaw Vintage ed il suo primo accessorio.


Uno stupendo Trap Jaw realizzato da Flavio Luccisano

Ed eccoci alla seconde parte della mia custom del personaggio vintage di Trap Jaw, della serie di He-Man, datato 1981.
 Prima però di procedere con l'aggiornamento, come promesso precedentemente spiegherò a grandi linee chi sia Trap Jaw nelle sue varie versioni: come di molti personaggi dei Masters of the Universe ne esistono varie interpretazioni nel corso degli anni.


Caratteristica comune è che Trap Jaw è un cyborg e considerate le zone nelle quali presenta innesti e protesi bioniche, è lecito supporre come il nostro mascellone debba la sua condizione come conseguenza di ferite veramente orrende: in tutte le versioni le protesi sono funzionali ma appaiono piuttosto crude ed esteticamente sfiguranti. Le due comuni in tutte le versioni sono il braccio destro, terminante in vari accessori ed armi che Trap Jaw può sostituire all'occorrenza e la singolare mascella, alla quale deve il proprio nome di battaglia.

TRAP JAW MINICOMICS
 Narrata nel fumettino allegato con l'action figure e sua prima apparizione, questo Trap Jaw è esteticamente molto diverso sia dal giocattolo che da tutte le versioni successive: indossa degli stivali di pelliccia come He-Man invece degli stivaloni hi-tech; il simbolo sul cinturone è il teschio di un caprone; la sua pelle è interamente di un verde/giallastro pallidissimo. La pelle è la differenza più evidente e probabilmente l'action figure era intesa essere interamente verde: sebbene non si conosca il perchè alla fine Trap Jaw finì con l'avere la pelle blu e solo quella del volto verde, la teoria più plausibile è che si sia trattato di un errore di fabbrica scoperto troppo tardi e che abbiano deciso di tenerlo così. Questo Trap Jaw è un criminale psicopatico proveniente da un'altra dimensione.

TRAP JAW FILMATION
 E' il Trap Jaw più ricordato, ovvero quello della serie animata classica. Modellato sul giocattolo, la sua differenza sostanziale è la colorazione del braccio bionico e di parte degli stivaloni dello stesso colore dell'elmetto: la mia teoria in merito è che abbiano notato come colorato di nero si confondesse troppo sui fondali. Questo Trap Jaw mostra l'abilità non solo di tranciare oggetti grazie alla mascella bionica, ma anche di poter consumare senza problemi materiali inorganici come metalli e minerali: in un episodio dimostra di poter diventare molto più potente dopo aver consumato un minerale molto raro, generante energia. Come molti servi di Skeletor, nella serie viene generalmente presentato come poco intelligente e prono a fallimenti tragicomici, anche se in alcuni episodi dimostra una certa scaltrezza.

TRAP JAW 200X ED OLTRE
 Presentato nel remake del 2001, per la prima volta viene mostrato l'aspetto di Trap Jaw precedente agli innesti bionici e si viene a sapere il suo reale nome: Kronis. Il suo design resta simile ma più modernizzato in linea con lo stile del remake, ovvero molto tamarro: altra differenza è che questo Trap Jaw non ha bisogno di sostituire a mano i vari gadget del suo braccio, perchè quest'ultimo vi si trasforma direttamente. Viene presentato come un bruto non particolarmente scaltro.

Ok, passiamo all'accessorio ovvero al celebre Lasetron col quale è stato ritratto spessissimo.

L'artwork promozionale sul retro delle confezioni vintage dei Masters

Trap Jaw usa il Lasetron nel cartone Filmation.... Ok, ammetto che qua sembra un vibratore.


L'accessorio l'ho realizzato in modo da essere liberamente rimovibile, esattamente come nel giocattolo ed anche se per ora non ho ancora realizzato il resto del suo arsenale, anche quello avrà la stessa caratteristica.
 Un amico mi ha giustamente suggerito di spiegare i materiale eccetera ma è difficile, in quanto uso materiali presi sostanzialmente da rifiuti, tipo coperchi di gelato, bottigliette di Actimel e cose simili: più che un elenco materiali sembrerebbe la lista della spesa ed inoltre non tengo mai una scaletta di procedura, ma costruisco ad intuito. Comunque per questa volta voglio provarci almeno un minimo.

La base è un cubo di polistirolo molto compatto, che ho rifilato nella forma che desideravo e poi rinforzato con fogli di plastica presi dal (come premesso XD) coperchio di una coppa gelato e con Milliput Terracotta; le canne sono ottenute dalle cannucce dell'Estatè mentre la punta è quella di una penna a sfera.
  Lo spinotto che permette l'aggancio al braccio è la punta di una siringa privata dell'ago: si incastra alla perfezione perchè all'interno del braccio di Trap Jaw ho inserito proprio il suo cappuccio protettivo: conto di usare lo stesso espediente anche per gli altri accessori.










2 commenti:

  1. Posso darti dei consigli per le foto?
    - usa una macchina fotografica decente;
    - illumina al massimo la scena con lampade dello stesso tipo (non mischiare neon con alogene altrimenti ti vengono le foto blu o di altri colori) ad una distanza giusta (fai delle prove) se sono due a 90° di inclinazione tra esse, meglio;
    - se la macchina ha lo zoom fai delle foto da almeno 50 cm / 1 metro zoomando sul personaggio;
    - se la macchina fotografica non ha lo zoom fai la foto comunque a distanza e poi ritagliala con un programma di fotoritocco (Irfanview gratuito con plugins va più che bene);
    - usa un foglio bianco (un A3 adagiato tra muro e scrivania) come sfondo (il bianco può essere usato per tarare il colore)
    Spero di essere stato utile.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente utile.
      Purtroppo non ho proprio una macchina fotografica, nemmeno nel cellulare.... ho proprio mezzi poveri XD
      Proverò però il foglio A4.... effettivamente sta esteticamente meglio :P

      Elimina