sabato 13 dicembre 2014

Superman oltre l'età pensionabile



In questo articolo (che riferito a ciò che solitamente scrivo è un parolone) dirò cosa ne penso del supereroe più celebre del mondo.

Salterò completamente la descrizione su chi sia Superman, perchè voglio vedere chi è che non conosca le basi della sua storia, quindi diciamo subito questo: Superman a mio parere è un personaggio che ha fatto il suo tempo e che dovrebbe cedere il passo.
 Quando fu creato negli anni 30, non era il primo eroe mascherato: Zorro, Phantom, The Shadow ed altri erano infatti personaggi già esistenti ed affermati, tuttavia Supeman resta però il primo di un nuovo modo di concepire il concetto di eroe, ovvero il supereroe.


 Sebbene le origini fossero più o meno le stesse che tutti conosciamo, inizialmente Superman aveva capacità molto più limitate: il celebre slogan "Più veloce di un proiettile! Più potente di una locomotiva! Capace di scavalcare i grattacieli con un balzo!" era una descrizione abbastanza precisa di ciò che Superman poteva fare. Per quanto abbastanza forte da sollevare un'auto sopra la testa senza sforzi o di scardinare una cassaforte blindata con un semplice strattone, Superman non andava molto oltre così come per quanto impenetrabile da armi comuni, non era completamente invulnerabile ne aveva poteri esotici come la vista termica, a raggi X e così via. La differenza più evidente con l'immagine che Superman avrà nell'immaginario era che egli non potesse volare, ma come Hulk poteva tuttavia percorrere lunghe distanze con un balzo: Superman iniziò a volare nel 1940 a pochi anni dalla sua creazione, quando vennero prodotti dei cartoni animati e per gli animatori era meno difficoltoso animare il volo rispetto a continui lunghi balzi.

Questa versione di Superman molto più contenuta, sarebbe a mio parere invecchiata molto meglio, ma col passare dei decenni e di scrittore in scrittore, il nostro eroe divenne sempre più potente, con sempre più poteri e sempre più invincibile (vogliamo dirne una? Volare nello spazio spostando pianeti con le nude mani). Quando decenni di storie dell'Universo DC vennero resettate dalla prima cataclismatica Crisi Infinita negli anni 80, molti personaggi poterono ricominciare da zero e così fu per Superman, la cui potenza venne ridimensionata ma senza risolvere un suo problema che ritengo fondamentale: la giustificazione dei suoi poteri. Onestamente è molto difficile da credere che il semplice Sole giallo possa conferire ad un organismo....

1- tutta quella forza.
2- tutta quella invulnerabilità.
3- la capacità di volare.
4- dei laser oculari.
5- vista telescopica ed udito incalcolabile.
6- soffio congelante.
7- vista a raggi X.

Ora, siceramente che cazzo di evoluzione può aver portato ad una specie del genere, specialmente quando nel proprio mondo non esisteva il Sole adatto per innescare capacità tanto diverse fra loro? Perchè ricordo come tutta la sua razza sia così: qualsiasi Kryptoniano arriva dove c'è un Sole giallo e PAM! Diventa come è Superman.
La giustificazione secondo la quale Superman possiede i poteri che ha è divenuta ormai inverosimile. 
Negli anni 90, abbiamo avuto il terrificante Superman col mullet.
Certo, esistono diversi supereroi che ne hanno di bizzarre e traballanti, ma quella di Superman sembra un castello di carte durante un terremoto: è invecchiata male e se non fosse per la fama inossidabile del personaggio, la gente forse se ne renderebbe conto più chiaramente. Per assurdo, il Sole giallo sarebbe stato ancora oggi più che accettabile se il nostro eroe non fosse andato molto oltre le più modeste capacità delle proprie origini negli 30.


 Poi la questione degli occhiali. Dio bono, ci credete che ancora nessuno si è accorto che Superman è Clark Kent senza occhiali (ma sarebbe più corretto dire l'opposto)? Penso sia la seconda cosa più sbeffeggiata della DC Comics dopo Aquaman.

Ecco, appunto.


Anche se da bambino mi piaceva un sacco a causa dei film (e ci credo: è stato per tanti anni l'unico supereroe in celluloide realizzato decentemente) ora a me Superman non piace molto, ma lo rispetto: gli riconosco di essere stato il primo e di aver contruibuito a spianare la strada ad un mondo cartaceo di meraviglie. Però ora dovrebbe essere venuto il momento di dire basta e lasciare spazio ad altri eroi validi.

Nessun commento:

Posta un commento