martedì 19 maggio 2015

FRANCIA: Islam obbligatorio... ma che cazzo...?



In generale quando si parla di religione, sopratutto se di matrice monoteistico-abramitica, la gente va fuori di testa: è un dato di fatto.
I Francesi però stanno andando fuori di testa completamente e lo dimostra come stanno o meglio, come non stanno gestendo la questione religiosa a livello scolastico, dove a quanto leggo vige un'anarchia delle istituzioni veramente imbarazzante.


Cominciamo dai sindaci di alcuni comuni che hanno rimosso dai menù delle mense i piatti con ingredienti alternativi al maiale: aldilà dell'essere un atto chiaramente dispregiativo ed ostruzionista, non ha il minimo senso. Sembra il gesto di un bambino dispettoso.

Passiamo poi alla studentessa Sarah, che è stata allontanata dalla scuola perchè.... Rullo di tamburi... Aveva la gonna troppo lunga. Si esatto, non ho sbagliato a scrivere ne voi a leggere: la ragazza indossava una gonna nera molto lunga, abbinata ad abiti normali con la sola aggiunta del copricapo da simil-suora privo di velo delle donne islamiche (mi scuso ma non sono riuscito a trovare il suo nome specifico) e questo perchè "la sua gonna è troppo lunga ed ha un chiaro carattere religioso".
Ma che cazzo, siamo scemi?

Ed ora arriva la bomba che da il titolo al mio post. Le intenzioni del governo dei gianfransuà vorrebbe eliminare il latino ed il greco (probabilmente renderle opzionali), rendere opzionale il Cristianesimo medievale ed obbligatorio lo studio dell'Islam...... Perchè?
Che senso ha? LA mia opinione è che i Francesi non sanno se diventare anti-musulmani oppure cagarsi sotto: scusate la schiettezza ma è l'idea che mi sta dando questo loro comportamento erratico e contraddittorio.
Ma sopratutto ed è una questione che mi è sempre stata sullo stomaco, perchè religione nelle scuole?!?! Non ne bastava una che già non dovrebbe esserci, ma ne vogliono mettere anche un'altra?
La scuola dovrebbe essere assolutamente libera da qualsiasi religione, che sia cristiana, musulmana, la mia, qualsiasi! Niente cristi in croce, niente stelle e niente di niente: la religione e la spiritualità sono qualcosa di molto personale e vanno trattate e coltivate nel privato, come responsabilità della famiglia. Vuoi che tuo figlio conosca la tua religione? Bene, insegnagliela tu o se ti senti fortunato, affidalo alla tua guida spirituale. La scuola con tutto questo non c'entra un beneamato cazzo e quello che c'è da sapere su cristianesimo ed islam a livello storico-politico, viene già trattato in Storia ed è tutto quello che la scuola deve insegnare al riguardo.

Vedremo cosa succederà, ma prepariamoci ad altre assurdità una dietro l'altra.

Nessun commento:

Posta un commento