giovedì 10 marzo 2016

GHOSTBUSTER - E CHI CHIAMERAI? NON CERTO LORO



Io detesto i reboot e detesto i remake, perchè novantanove volte su cento ad Hollywood non sono capaci di farli con il risultato che escono delle porcherie: non tutti sono John Carpenter che con il suo remake del 1983 de "La Cosa da un altro mondo" è riuscito a superare di varie lunghezze l'originale.
 Adesso è il turno dei Ghostbuster e mamma mia, quasi son contento che il povero Harold Ramis non sia più vivo per vedere questo scempio.

Ma guardiamoci il trailer e commentiamolo




Cosa si capisce subito che non va? Non va che manca un elemento fondamentale: è una commedia.
 Anche Ghostbusters era una commedia? Certo, ma non solo. C'erano elementi horror, la storia era seria, i fantasmi in genere erano minacciosi, a volte facevano pure paura ed erano solo i protagonisti ad essere persone un pò eccentriche, che riuscivano a scherzare anche in momenti drammatici ma perchè lo facevano? Perchè si cagavano sotto, nei film si notava parecchio e per quello le battute in quel contesto funzionavano senza apparire forzate.
 I Ghostbusters erano un sapiente mix fra serietà e commedia intelligente piazzata al momento giusto.
 Dal trailer qui si capisce che di questo non c'è un cazzo.

Le protagoniste sono i classici stereotipi femminili portati all'eccesso che se fossi donna mi sentirei insultato. Guardiamo il più evidente, ovvero la tizia di colore che è appunto la classica tipa di colore chiassosa ed arrabbiata: ma che cazzo ti urli, palla di lardo di una swag?! Nel trailer non riescono a trasmettere un solo momento divertente, ma solo tamarrate insipide e gag stanche, già viste e che non fanno più ridere.
 Che siano tutte donne non è un problema: chissenefrega, dopotutto nell'originale erano tutti uomini. Il problema è che se nell'originale i personaggi erano rappresentati come persone eccentriche ma verosimili, qui sono sterotipi forzati anzi peggio: sono delle caricature.
Il tono è completamente diverso, va tutto verso la commedia e questo in Ghostbusters è sbagliato.

 I fantasmi e le location hanno quel look cartoonoso e colorato al neon che sembra uscito dai film di Casper o da una demo per Playstation 2; le armi stesse sono pure da commedia (delle pistole? Un Power Fist? Ma scherziamo?) ed in maniera imbarazzante: se mettevano loro in mano dei fucili NErf era uguale.

Questo trailer è l'esempio del perchè molti dicono che non si sa più fare i film come quelli di una volta: si capisce lontano anni luce che non si è voluto raccontare una storia, ma è invece talmente palese come sia un chimerico mix di tutto quello che a tavolino avrebbe potutto attirare del pubblico (un pubblico deficiente, se ci casca).
 Tutti stanno scagliando merda contro questo film perchè? Perchè non ci si sa staccare dal vecchio? Per motivi nostalgici? No cazzo non è per questo, e se lo pensate cercate di usare la materia grigia: è perchè NESSUNO voleva questo film e sopratutto non questo tipo di film!

Guardiamoci il vecchio trailer, va....
 

Ecco perchè Egon dice di non incrociare i flussi: si rischia che escano film del genere.

Nessun commento:

Posta un commento