martedì 31 gennaio 2017

ANGOLINO DEL MODELLISMO: TRANSFORMERS SKULLCRUNCHER Parte 2

Ed ecco la seconda parte dove ho messo mano a Skullcruncher.

Tanto per cominciare ho rinforzato un pò gli snodi delle gambe: una operazione molto semplice dove molti usano la colla acrilica, ma io ritengo mooolto più pratico lo smalto trasparente per le unghie, perchè crea il medesimo spessore necessario per indurire gli snodi senza rischi.

Ho proceduto poi a correggere la colorazione di Grax, che per qualche bizzarro motivo è stato realizzato con i colori invertiti, per poi procedere a dipingere il visore di rosso.




Queste modifiche, seppur semplici hanno migliorato parecchio sia Grax che il volto di Skullcruncher, che ora è più espressivo e cattura meglio l'attenzione, come è giusto che sia.

Ho poi proceduto a creare non senza una certa fatica e tentativi falliti, la spada di Skullcruncher, tentando di darle una forma decente ma che allo stesso tempo fosse solida ed in grado di integrarsi con il giocattolo.
 Ho rimosso l'impugnatura sulla coda di Skullcruncher, così da riciclarla in quella della spada. La lama è in resina ed è stata ottenuta da una copia di prova della spada di He-Man: prima di incollarle insieme, ho realizzato un piccolo foro sia nella lama che nell'impugnatura, nei quali ho inserito del fil di ferro in modo da aumentarne la solidità.  


La guardia della spada è realizzata con due semplici triangoli di plastica, mentre i fregi sulla lama sono copie in materia verde delle creste della coda, per rappresentare come la spada teoricamente ne sarebbe l'estremità; il tutto è stato poi rinforzato con dello stucco milliput/terracotta. In origine l'intenzione era di fornirla di una punta più acuminata, ma per questione di difficoltà realizzativa (ovvero la mia incapacità XD) e per questioni di solidità, ho preferito un design più arrotondato e giocattoloso.


Il risutato è stato comunque eccellente.

Sempre riguardo alla spada, ho lavorato per integrarla per quanto possibile nella forma di coccodrillo. Usando colla a caldo ed un chiodo, ho fissato un componente elettrico (del quale ignoro la vera identità ma che chiamerò "morsetto") nell'interno della coda: usando una scanalatura presente nell'impugnatura della spada, si può fissare quest'ultima al componente elettrico e quindi alloggiarla all'interno della coda quando Skullcruncher è trasformato in coccodrillo.



Ultima ma non meno importante modifica sono state le caviglie, ma voglio premettere che non è farina del mio sacco, in quanto è una idea che ho trovato per caso in rete (purtroppo non ricordo l'ideatore, altrimenti lo avrei citato). Per donare una perfetta stabilità a Skullcruncher, basta svitare le zampe del coccodrillo, in modo che si possano sfilare e rinfilare stavolta all'interno della caviglia, in modo da formare dei talloni: la rimozione delle viti non ha alcuna conseguenza, in quanto le zampe restano perfettamente stabili al proprio posto in entrambe le posizioni. 


E questo è quanto;  ci sarebbe ancora da rifare l'atroce sportellino in plastica gommosa ma lo rimando a tempi futuri. Alla prossima ;-)

Nessun commento:

Posta un commento